Chirurgia Italia

Dolore Anale Stampa E-mail

Questo sintomo è tra i più comuni e come tale risulta  motivo di frequente consulto medico. Tuttavia può  riconoscere numerose e diverse  cause.

Cause  comuni
Ragadi anali, ascessi perianali, infezioni anocutanee, trombosi emorroidaria

Cause meno frequenti
Malattie infiammatorie intestinali, neoplasia anale, sifilide anale,  TBC anale.

Altre Cause (rare)
Coccigodinia (s. degli elevatori), proctalgia fugace, dolore anale cronico idiopatico, stenosi idiopatica sfintere interno. Mentre si conosce abbastanza circa le cause dei primi due gruppi, che quindi possono essere trattate opportunamente, difficile risulta la terapia delle cause rare, probabilmente per la ancora non completamente chiarita eziologia e patogenesi

Coccigodinia
Nota anche come "Sindrome da spasmo degli elevatori",  colpisce in ugual misura  uomini e donne. Causata da uno spasmo del muscolo elevatore dell'ano. I pazienti riferiscono dolore ed irrequietudine quando sono seduti.
Tra le cause sono stati riportati i traumi della regione coccigea e la  posizione seduta obbligatamente prolungata (microtraumi del coccige). La patogenesi sarebbe da riferire ad un’infiammazione locale muscolare, causa del dolore importante.

Sintomi
Dolore  localizzato  all’ano ed al retto ma può essere irradiato in modo variabile ai genitali, al coccige e talvolta ai glutei.

Diagnosi
È importante far eseguire una radiografia del segmento sacrococcigeo.

Terapia
Utili antalgici ed antinfiammatori con associazione di trattamenti locali quali il massaggio dei muscoli elevatori e l’elettrostimolazione (buoni risultati).

Proctalgia fugace
Tipica delle donne in età medio-giovane, è un sintomo  raro (~ 4-5 volte l’anno oppure ogni 15 giorni o 1 volta al mese), generalmente breve ed insospettato, di notevole intensità senza preavviso e a comparsa notturna. Solitamente la paziente individua il retto-ano come sede del dolore. Alla visita risulta praticamente impossibile trovare la sede e la causa della sintomatologia.

Sintomi
Il dolore è localizzato  alla regione ano-rettale ma può essere irradiato in modo variabile ai genitali, al coccige e talvolta ai glutei.

Diagnosi differenziale
Intussuscezione rettosigmoidea Fissurazioni Coccigodinia et al.

Terapia
Ciascuno trova un suo modo di alleviare il dolore ( posizione, camminare, autoesplorazione rettale, defecazione volontaria o altro). Utili analgesici e tranquillanti minori.

Dolore idiopatico cronico anale
Sovente non è presente all’esame clinico che in molti casi è normale (in rari casi è presente dolore  molto vago e superficiale). Si rileva una notevole componente ansiosa nel paziente.
A volte si ha irradiazione del dolore verso le cosce o i glutei. Possono essere vari gli agenti causali come ad esempio una pregressa chirurgia anale o una difficoltosa defecazione.

Trattamento
Riosservare più volte il paziente
Rassicurare il paziente dopo avere eseguito tutti gli esami
Trattamento personalizzato

Stenosi idiopatica sfintere anale interno
L’unico dato caratteristico è l’ipertrofia senza ipertono dello sfintere.
Il trattamento è chirurgico e prevede la sfinterotomia anale interna (buoni risultati quasi sempre).

 

Ti trovi in: Home Dolore Anale

Colonproctologia?

Tematica 1 Per i tuoi quesiti, chiedi allo specialista...

La Chirurgia

Tematica 2 Scienza che si occupa di studiare quelle malattie che potendo essere curate con le proprie mani vengono appunto dette chirurgiche...

Dieta & Alimentazione

Tematica 3 Le emorroidi possono guarire spontaneamente e che in molti casi il nesso tra guarigione ed alimenti, dieta e medicinali, è puramente casuale.

Support

“Questo sito utilizza cookie tecnici. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.” Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.